Giovanna Talà

Giovanna Talà (1936-2013) nasce e vive a Livorno. Appassionata di disegno dal vero frequenta negli anni giovanili l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Comincia a dedicarsi alla fotografia dagli anni Cinquanta e nel 1964 acquista competenze didattiche in Educazione all’Immagine presso l’Università di Padova con Guido Petter e Gianni Rodari; nel 1981, con la Specializzazione in Psicologia dello Sport, approfondisce la conoscenza della psicomotricità quale componente fondamentale del teatro e della danza, spazi artistici a cui si dedicherà definitivamente come fotografa professionale.
La sua attività si arricchisce progressivamente delle frequentazioni con i critici Alberto Testa e Vittoria Ottolenghi, di collaborazioni con autori del teatro sperimentale e impegnato, di relazioni significative con attori, registi, scenografi, danzatori e cantanti lirici professionisti.

Accreditata Fiap Unesco, si proietta anche nel campo editoriale delle arti visive e figurative con la pubblicazione di molte delle sue foto, in esse alterna temi legati all’arte e alla storia della città alle foto di scena. Nel 1992 mette a disposizione il suo archivio personale per arricchire il volume di Giangiacomo Panessa ed Olimpia Vaccari Livorno. Il primato dell’Immagine (Pacini Editore) e nel 1997 quello di Maria Teresa Lazzarini Cavalieri del mare. L’Oratorio di S. Ranieri a Livorno e l’Ordine di Santo Stefano (Ed. Bandecchi & Vivaldi). In occasione del 50° della morte di Mascagni, nel 1995, cura la pubblicazione Caro Mascagni (Tipografia e Casa Editrice O. Debatte & F.) ed allestisce una mostra fotografica dedicata al Maestro comprensiva di una esposizione di oggetti, opere d’arte e testimonianze mascagnane provenienti da numerose famiglie livornesi.

Cavaliere emerito della Repubblica per l’arte fotografica (2007), è stata ospite accreditata in molti teatri italiani. Giovanna Talà ha fotografato in scena Lindsay Kemp, Micha Van Hoecke, Carla Fracci, Daniel Ezralow, Luciana Savignano, Antonio Marquez  e altri esponenti della danza nazionale ed internazionale. Ha fotografato in particolare Fiorenza Cedolins, Dimitra Theodossiou per la lirica e Piera degli Esposti, Eugenio Barba, Mariangela Melato, Paolo e Lucia Poli, Peppe Barra, Roberto De Simone per il teatro.

È stata per un ventennio fotografa accreditata del “Progetto Mascagni” della Fondazione Teatro Goldoni di Livorno. Nel 2010 è autrice del libro Mascagni. Musica da guardare (Ed. Bandecchi & Vivaldi), nel 2012 pubblica Sogni di luce. Il senso dell’immagine nel teatro di Lindsay Kemp (Ed. Bandecchi & Vivaldi); nel 2013 è autrice del video-studio Verso il fascino del Novecento. In viaggio con Pietro Mascagni, un livornese nel mondo. Viene inserito negli eventi del 150° della nascita del Maestro e presentato alla città nella Sala Conferenze “Nicola Badaloni”della Biblioteca Labronica. Nel 2015 viene presentata la sua produzione fotografica mascagnana al “Settembre Pedagogico” di Livorno per la formazione in servizio di docenti delle scuole di ogni ordine e grado. Nel settembre 2017, all’interno dell’Assemblea dei Soci SIEDAS (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo), la Musicologa Albarosa Lenzi Barontini tratta un profilo biografico di Giovanna Talà dando risalto alla sua documentazione fotografica con particolare riguardo al teatro lirico mascagnano. Nel gennaio 2018 viene indetto da SIEDAS e Rotary Club Livorno un premio internazionale in sua memoria: “L’anima: lo spettacolo nello spettacolo” con Borsa di studio per giovani talenti.

Operatrice culturale, ha animato in più occasioni dibattiti e confronti sulla città di Livorno a partire proprio dalla dimensione dell’arte e della fotografia. Si staglia su un panorama di professionisti della fotografia con scatti originali, mixer perfetto di tecnica, passione e capacità comunicativa. È ritenuta, a livello nazionale, uno dei massimi esperti di fotografia di teatro per le sue inquadrature e per la tecnica della misura dell’esposizione rigorosamente analogica (Paolo Namias in Progresso Fotografico Anno 122, Serie ORO).

Giovanna Talà
Giovanna Talà
Verso il fascino del Novecento
Verso il fascino del Novecento